Contenuto pagina

Comune detentore della Bandiera trasparente

Logo Bandiera trasparente

La Bandiera Trasparente è un riconoscimento di qualità a carattere tecnico-scientifico ambientale, ideato in primis dalla Provincia di Pesaro e Urbino, rivolto alle località dell’entroterra che si distinguono per la purezza, la salubrità e la qualità dell’aria.
Tale riconoscimento rappresenta per il territorio uno strumento di valorizzazione e come tale è un valore aggiunto che si associa ai parametri di eccellenza e di accoglienza di una località e pertanto concorre al raggiungimento di qualità delle risorse locali ad emblema dello stato qualitativo raggiunto anche a livello atmosferico ed ambientale nel suo complesso.
Il primo riconoscimento, a titolo simbolico, è stato assegnato, ad origine, al comune di Carpegna nell’anno 2011, quale Ente Locale promotore dell’iniziativa di un monitoraggio della qualità e della purezza dell’aria, considerandolo un esempio virtuoso per tutti quei comuni della Provincia di Pesaro e Urbino che intendessero promuovere ulteriormente un turismo ambientale e del benessere attraverso un accertamento oggettivo degli elevati standard di qualità dell’aria presenti nel proprio territorio.
L’assegnazione della Bandiera Trasparente ha una valenza turistico-ambientale ed ogni riferimento ad essa potrà essere utilizzato a fini turistico-ricettivi.

Carpegna

Quale giocondo spettacolo offriva il Montefeltro nelle età di mezzo! Foreste di Pini e di Abeti rivestivano i suoi colli e i suoi monti; ogni colle aveva il suo castello merlato; ogni castello lanciava al cielo le sue torri; a piè del colle, il borgo di Carpegna con le sue belle casine divise da strette vie; in alto la rocca turrita con varie cinte di mura [...];
(A. Tani, S. Francesco nel Montefeltro, 1926)

Panorama di Carpegna

Se vuoi trascorrere una vacanza serena che ti lasci un buon ricordo, indipendentemente dal tempo che hai a disposizione, è importante che tu scelga un luogo che unisca solide tradizioni storiche, culturali e gastronomiche ad una ricettività moderna che non ti faccia rimpiangere le comodità della città. In questo modo sei libero di scegliere il tuo soggiorno personalizzato: rustico o comodo, d'epoca o moderno. Carpegna, adagiata nel cuore del Montefeltro del quale è capoluogo, ti mostra così le sue attrattive storiche, artistiche e naturali: con la discrezione che si addice a chi possiede un importante e nobile passato. La storia di Carpegna, infatti, ruota interamente attorno alla famiglia dei Conti di Carpegna, fra le più blasonate d'Italia, dalla quale derivarono molte delle nobili famiglie dei passati periodi, tra le quali Malatesta e Montefeltro.  Il paese, circondato da boschi e foreste, è disposto su diversi piani alla base dell'omonimo Monte, da cui riceve protezione dai rigori invernali e frescura nei periodi estivi.
Nel centro del paese trovi la Piazza dei Conti con il grandioso Palazzo Carpegna, giunto intatto fino ai nostri giorni dopo oltre trecento anni di vita.  

Facciata di Palazzo Carpegna

...Palazzo Carpegna

Palazzo Carpegna: atrio

Al suo interno sono custoditi la biblioteca e gli antichi documenti della famiglia, oltre ad arredamenti d'epoca e ai quadri raffiguranti i protagonisti maschili e femminili della storia del paese. Nell'ampio salone d'ingresso, comunicante con il giardino retrostante, cui si accede dalla scalinata a doppi bracci opposti in pietra arenaria, si svolgono nel mese d'agosto alcune manifestazioni. Nelle scuderie del palazzo puoi visitare, nella settimana di ferragosto, la Mostra dell'Artigianato Artistico del Montefeltro, dove puoi trovare i prodotti gastronomici tipici, come miele, formaggi, funghi e tartufi, e le più belle produzioni dell'artigianato artistico locale. Le scuderie si trovano sotto il salone principale, al pianterreno, con accesso dal marciapiede della piazza.

In questo ambiente, oltre alle antiche stalle, puoi ammirare le cucine dai grandissimi forni a legna, i lavabi in pietra e perfino l'acqua corrente, ottenuta con un ingegnoso sistema di scavi e convogliamenti di una falda acquifera sotterranea ancora perfettamente attiva, che sbocca in un pozzo posto in fondo alle cucine stesse. Il troppopieno del pozzo va tuttora ad alimentare la fontana pubblica posta alla destra del palazzo, sul marciapiede della piazza, che dona ristoro agli assetati turisti estivi.


una curiosità

Fontana pubblica: il sarcofago usato come vasca

La vasca di questa fontana è costituita da un antico sepolcro ricavato da un monolito calcareo, venuto alla luce secoli addietro e tuttora non datato, che conteneva al suo interno il corpo di un misterioso e gigantesco guerriero con elmo e spada. Il coperchio, ricco d'antichi caratteri intagliati, è andato purtroppo perduto nel corso dei secoli.

Partendo dal paese a piedi, a cavallo o in Mountain Bike, hai a disposizione una varietà di mete escursionistiche molto vasta. 

Conoscere Carpegna: opuscolo

Come arrivare a Carpegna in auto

Cartina geografica: come arrivare a Carpegna
cartina geografica

DA ROMA: autostrada A1 fino ad Orte /  E 45 verso Cesena fino a S. Giustino / ss. 73bis di Bocca Trabaria fino a S. Angelo in Vado / sp. per Piandimeleto / Carpegna (300 km).

DA MILANO: autostrada A1/A14 Milano-Bologna-Rimini / uscita Rimini Sud / S. Marino / sp. per Mercatino Conca / Carpegna (350 km).

DA FIRENZE: autostrada A1 fino ad Arezzo / ss. 73 fino a Sansepolcro / ss. 258 Marecchiese fino a Pennabilli / sp. per Carpegna (250 km).

DA ANCONA: autostrada A14  / uscita Pesaro / sp. Fogliense per Montecchio / Ca' Gallo / Casinina / Mercatale / Macerata Feltria / Carpegna (180 km).

Come arrivare a Carpegna in pullman

da ROMA: Autolinee BUCCI- tel 0722 376711

da PESARO e URBINO: ADRIABUS - tel. 0722 376711

da RIMINI: Ferrovie Emilia Romagna - tel. 0541 25474/54617

Copyright © 2017 Comune di Carpegna - Gestito con Docweb [id] - Cookie Policy