Contenuto pagina

Codice univoco fatturazione elettronica

Il Decreto Ministeriale n. 55 del 3 aprile 2013, entrato in vigore il 6 giugno 2013, ha fissato la decorrenza degli obblighi di utilizzo della fatturazione elettronica nei rapporti economici con la Pubblica Amministrazione ai sensi della Legge 244/2007, art. 1, commi da 209 a 214.

In ottemperanza a tale disposizione, questa Amministrazione, a decorrere dal 31/03/2015, non potrà più accettare fatture che non siano trasmesse in forma elettronica secondo il formato di cui all'allegato A "Formato della fattura elettronica" del citato DM n.55/2013.

Inoltre, trascorsi 3 mesi dalla suddetta data, questa Amministrazione non potrà procedere ad alcun pagamento, nemmeno parziale, sino alla ricezione della fattura in formato elettronico. Per le finalità di cui sopra, l'articolo 3 comma 1 del citato DM n. 55/2013 prevede che l'Amministrazione individui i propri Uffici deputati alla ricezione delle fatture elettroniche inserendoli nell'Indice delle Pubbliche Amministrazioni (IPA), che provvede a rilasciare per ognuno di essi un Codice Univoco Ufficio secondo le modalità di cui all'allegato D "Codici Ufficio".

Il Codice Univoco Ufficio è una informazione obbligatoria della fattura elettronica e rappresenta l'identificativo univoco che consente al Sistema di Interscambio (SdI), gestito dall'Agenzia delle entrate, di recapitare correttamente la fattura elettronica all'ufficio destinatario.

A completamento del quadro regolamentare, si segnala che l'allegato B "Regole tecniche"  al  citato  DM  55/2013,  contiene  le  modalità di  emissione e trasmissione della fattura elettronica alla Pubblica amministrazione per mezzo dello SdI (Sistema di Interscambio), mentre l'allegato C "Linee guida" del medesimo decreto, riguarda le operazioni per la gestione dell'intero processo di fatturazione.

Quanto sopra premesso, si comunica il Codice Univoco Ufficio al quale dovranno essere indirizzate a far data dal 31 marzo 2015 le fatture elettroniche per ciascun contratto in essere:  

Nome Ufficio: Uff_eFatturaPA

Codice Univoco ufficio: UFUZPO

Oltre al "Codice Univoco Ufficio" che deve essere inserito obbligatoriamente nell'elemento "Codice Destinatario" del tracciato della fattura elettronica, si prega altresì di indicare nella fattura anche le seguenti informazioni:  Codice CUP e Codice CIG.

Iinfine si invita a voler verificare, per quanto di proprio interesse, le "Specifiche operative per l'identificazione degli uffici destinatari di fattura elettronica" pubblicate sul sito www.indicepa.gov.it e la documentazione sulla predisposizione e trasmissione della fattura elettronica al Sistema di Interscambio disponibile sul sito www.fatturapa.gov.it.

Applicazione Open Source per la fattura elettronica PA

immagine fatturazione elettronica

Disponibile gratuitamente l'applicazione "Modulo Fatturazione Attiva" realizzata dalla LAit, società in house per l'innovazione tecnologica della Regione Lazio, in collaborazione con l’Agenzia per l’Italia Digitale. 

Rilasciato in licenza open source (EUPL) e messo a disposizione delle pubbliche amministrazioni e delle piccole e medie imprese, il software consente di comporre una fattura secondo lo standard FatturaPA, l'unico formato accettato dal Sistema di Interscambio dell'Agenzia delle Entrate. L'applicazione permette di gestire lotti di fatture in formato .xml, in conformità con le regole tecniche emanate con il DL 55/2013 .

Per ulteriori informazioni è disponibile l'apposita pagina web predisposta dalla LAit (link is external) dove è possibile scaricare l'applicazione, il manuale di installazione e i sorgenti (menu di destra).


Notizia da AgiD

Fatturazione elettronica

Copyright © 2017 Comune di Carpegna - Gestito con Docweb [id] - Cookie Policy